Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 22 ottobre 2015

Questo blog (non ufficiale!) è dedicato al festival di cultura e musica dell'America degli anni '40 e '50 che si svolge tutti gli anni in agosto a Senigallia - Riviera Adriatica.
Reportages, news, programmi, personaggi, racconti, appuntamenti e pensieri sparsi con un unico comune denominatore:
il (mio) Summer Jamboree!
Google
 

giovedì 20 dicembre 2007

Merry Christmas and Happy New Year!

Canon EOS10D - Canon EF 27-70 F2.8 L USM
1/30 - F2.8 - ISO1.600 @ 24 mm.

Da
(my) Summer Jamboree i migliori auguri di Buone Feste a tutti i suoi lettori!

giovedì 13 dicembre 2007

il calendario 2008 del Summer Jamboree


Un super gadget da collezione in tiratura limitata (300 esemplari) è il regalo di Natale imperdibile per gli appassionati del rock and roll!
Arriva il calendario 2008 del Summer Jamboree!

Un intero anno facendo il conto alla rovescia, mese dopo mese, al ritorno del "Summer Jamboree" edizione 2008.
Per gli appassionati di rock and roll,
che hanno amici appassionati di rock and roll, ecco il regalo più rock di Natale 2007.
Il calendario 2008 del "Summer Jamboree", Festival di cultura e
musica dell'America degli anni '40 e '50 che si svolge a Senigallia (Marche - AN) da 8 anni, che nell'ultima edizione è esploso come la prima meta turistica dell'estate marchigiana secondo l'indagine del Touring Club pubblicata dal "Corriere della Sera" (21 ottobre 2007).

Nostalgia d'estate e
rock and roll? Il calendario la spazza via.
Si tratta di un super gadget da
collezione in tiratura limitata a 300 esemplari; il formato è 23 x 33 centimetri.
L'immagine, tratta da una foto dei primi anni '50 in bianco e
nero e successivamente ritoccata a mano, è quella della campagna invernale Summer Jamboree 2007-08 che ritrae allegri beati bagnanti su una spiaggia super affollata della mitica East Coast degli Stati Uniti.
Un sapore retrò
che accompagna tutto l'anno.
Con il calendario in casa, i fan del Summer
Jamboree potranno assaporare i ricordi e le attese di baldoria dando un occhio ai vari costumi in voga all'epoca, al sole e alla sabbia fina e un occhio ai mesi che passano e all'avvicinarsi della nuova edizione della baldoria d'estate.
Il calendario (progetto grafico a cura del Direttore
Artistico del festival Angelo Di Liberto, pubblicitario di professione) comprende un blocchetto di fogli strappabili mese dopo mese, con le date del Summer Jamboree comprese come sempre a cavallo tra la terza e la quarta settimana di agosto (16 - 24 agosto) rigorosamente segnate in rosso.

Il calendario 2008 è disponibile solo online nel sito ufficiale del festival sezione "Summer Jamboree Store".
Nei prossimi mesi sarà disponibile anche l'immagine del poster del Summer Jamboree 2008.

Fonte:
Associazione Culturale Summer Jamboree

martedì 11 dicembre 2007

ecco il poster ufficiale del SJ#9!

Il contatore sul sito ufficiale del Summer Jamboree segna "-249 days to go!": ci sono, quindi, ancora parecchi (lunghi) mesi di attesa per l'edizione 2008 del festival.
Ma è stato reso noto in questi giorni, dagli organizzatori, il poster ufficiale dell'edizione #9, eccolo:


Per la prossima stagione, anziché far cadere la scelta su un'immagine di una pin-up intenta a prendere il sole in spiaggia, si è affidata la promozione ad una vera foto d'epoca: una montagna di "boys & girls" che il buon Angelo ha con tanta pazienza colorato uno ad uno.
Il poster racchiude anche un piccolo mistero: in questa affollatissima fotografia sono nascosti i volti degli organizzatori, l'ormai famoso trio Di Liberto
- Celidoni - Piccinini.
Non si vince niente, ma chi li trova è bravo!

_______________
Update del 12/12/2007:
ne parla anche il quotidiano on-line VivereSenigallia

lunedì 3 dicembre 2007

su "Dynamite!" il reportage sul SJ2007... con le mie foto!

L'amica Jessica Hierschbiel, caporedattrice di "Dynamite! Magazine" (the world of Rock'n'Roll), mi ha spedito il n.52 (febb. 2008) della rivista da lei diretta, contenente il suo reportage sul Summer Jamboree 2007 accompagnato da alcune mie foto.
Che goduria vedere riprodotte le proprie immagini e, soprattutto, vedersi citato su una rivista così "importante" del settore!

Allego le scansioni della copertina e delle pagine relative al reportage;
sono bruttine, lo so... purtroppo lo scanner dell'ufficio non sa fare di meglio.
Peccato, però, che non capisca nemmeno una parola in tedesco...




Jessica, se leggerai questo post... spediscimi al più presto una traduzione in italiano!!! ;-)

copertina "Fire-Ball Mail"

Il Sig. Pierre Pennone, Vice Presidente dell'International Jerry Lee Lewis Fan Club, è stato di parola: mi aveva promesso, tempo fa, che avrebbe fatto recapitare al mio domicilio una copia di "Fire-Ball Mail", e giusto sabato scorso l'ho trovata nella mia cassetta di posta.
"Fire-Ball Mail" è la rivista ufficiale del fan club di JLL che viene stampata e spedita agli abbonati in tutto il mondo; è stato quindi con parecchia soddisfazione e orgoglio che ho scartato la busta contenente il n.2/vol.45 del Sett./Ott. 2007, scoprendo in copertina una mia foto (con tanto di citazione) fatta in occasione del concerto tenuto dalla leggenda del Rock lo scorso agosto qui a Senigallia, in occasione del Summer Jamboree.

In questo numero della rivista è anche pubblicato l'articolo di Peter Hayman a recensione del concerto del 24 agosto a Senigallia, che avevo già pubblicato in anteprima a inizio di ottobre su questo blog, ma tradotto in italiano.

Un omaggio da custodire gelosamente...

mercoledì 28 novembre 2007

Summer Jamboree 2007: le foto di Max Baj

Stavo ancora aspettando di vedere pubblicate le foto dell'edizione 2006, che l'amico Max Baj ha deciso di stupirmi: ha pubblicato (a tempo di record, per lui) addirittura le foto del Summer Jamboree edizione 2007!!
Roba da non credere! ;-)

Scherzo, naturalmente... faccio invece i miei personali complimenti a Max per la bellezza dei suoi scatti (non diteglielo... ma gli invidio parecchi dei ritratti contenuti in quelle gallerie!).

Max è fotografo per professione
(la mano del "matrimonialista" è ben evidente nei suoi scatti), oltre che chitarrista e leader della sua "jump blues band": the Making Time.
Le sue foto sono visibili sul suo spazio flickr; consiglio vivamente di farci un giro... ne vale la pena!

Intanto godetevi qualche anteprima, a bassa definizione...













Foto: © Max Baj

lunedì 12 novembre 2007

bandiera Dynamite al "Custombyke2007"

Ciao Libero!
Come va?
Qua è un casino - molto lavoro perchè adesso veramente stiamo finendo il nuovo numero di Dynamite.

Ho una domanda per te. Stiamo cercando una foto per una "bandiera" e ho visto quella che hai fatto al cantante dei Revolutionaires a Senigallia - sarebbe perfetta!
Dobbiamo stampare una "bandiera" per la nostra fiera. La nostra casa editrice organizza una fiera di motociclette e la bandiera verrebbe esposta fuori, davanti all´ingresso, in alto.
Però ti devo chiedere se ti va bene.

La fiera sarà dal 30 novembre fino al 2 dicembre e si chiama Custombike
(www.Custombike2007.de)

A presto,
Jess


Io direi che vada bene, eccome!! :-)

(la foto originale è qua!)

domenica 4 novembre 2007

donne e tatuaggi

2005 - Sony DSC-F717 - 1/125 - F3.2 - ISO100

2005 - Sony DSC-F717 - 1/80 - F2.3 - ISO100

2006 - Panasonic Lumix DMC-FZ30 - 1/500 - F8.0 - ISO80

2006 - Panasonic Lumix DMC-FZ30 - 1/320 - F5.6 - ISO80

2006 - Panasonic Lumix DMC-FZ30 - 1/160 - F5.6 - ISO80

2006 - Panasonic Lumix DMC-FZ30 - 1/200 - F5.6 - ISO80

2006 - Panasonic Lumix DMC-FZ30 - 1/250 - F5.6 - ISO80

2006 - Panasonic Lumix DMC-FZ30 - 1/250 - F5.6 - ISO80

2006 - Panasonic Lumix DMC-FZ30 - 1/125 - F4.5 - ISO80

2006 - Panasonic Lumix DMC-FZ30 - 1/1.000 - F4.0 - ISO100

2007 - Canon EOS400D - Tamron 17-50 F/2.8 XR Di II
1/30 - F2.8 - ISO1.600 @ 50 mm.

2007 - Canon EOS400D - Canon EF 70-300 F4-5.6 IS USM
1/200 - F5.6 - ISO100 @ 300 mm.

2007 - Canon EOS400D - Canon EF 70-300 F4-5.6 IS USM
1/40 - F5.0 - ISO1.600 @ 220 mm.

martedì 30 ottobre 2007

Ritorno al passato: la baldoria estiva del Summer Jamboree

di Lorenzo Franceschini
pubblicato su
Argonline.it

È da qualche anno che in estate a Senigallia, provincia di Ancona, si tiene uno dei maggiori festival della musica e della cultura americana anni ’40-’50: il Summer Jamboree.
Questa ‘baldoria d’estate’ inonda le strade della vivace cittadina costiera con musiche, balli e curiosi personaggi, tutti ispirati all’America del rock'n’roll.
Ma vorrei rendere bene l’idea: per otto giorni nei luoghi più importanti di Senigallia (il lungomare e il centro storico) tutti i locali passano soltanto (o quasi) musica swing, jive, doo-wop, rhythm’n’blues, hillbilly e western swing; le persone si vestono in modo strano… buona parte dei passanti presenta segni distintivi inequivocabili: gonne a pois, fiori tra i capelli e rossetti rossissimi per le femminucce, bananone e chiodo (in pieno agosto!) per i maschietti.
In più, la sera in ogni piazza c’é un gruppo che suona e, in ogni metro quadrato di pavé, una coppia che balla.
È facile assistere a esibizioni magistrali di ballo, infatti molti dei partecipanti sono insegnanti di jive e compagnia bella.
Girare per Senigallia nei giorni del Summer Jamboree può risultare straniante.
In alcuni momenti, a guardare un gruppo di bananoni appoggiati al bancone di un bar sorseggiare tranquillamente il caffè (caffè americano, naturalmente, il beverone), pare davvero che il mondo sia tornato a quegli anni, pare che un gruppo di indipendentisti rockabilly abbia preso il potere con una qualche sommossa e abbia fatto sì che il mondo intero giri al ritmo di See you later alligator.

Quest’anno il festival, giunto alla sua ottava edizione, è iniziato il 18 agosto e si è concluso il 26.
L’organizzazione e l’ideazione dell’evento, promosso dal Comune di Senigallia, si devono all’Associazione Summer Jamboree.
Trenta i gruppi musicali che si sono esibiti gratuitamente per le piazze del centro, provenienti dagli Stati Uniti, dall’Inghilterra e dal nord Europa, ma anche dall’Italia.
Poi, durante gli otto giorni, si sono tenuti corsi gratuiti di ballo nel centro storico, ed è stato allestito, come gli anni passati, anche un Dance Camp: una cinque giorni di full immersion di lezioni di jive dalla mattina alla sera!
In più, vari eventi collaterali hanno completato l’immersione negli anni ’40 e ’50: dalle auto e moto d’epoca, all’immancabile barbieria e parrucchiera in stile, ma anche una mostra di arredamento gusto retrò e i negozietti di oggettistica.
Anche il cibo era rock'n’roll: è stato allestito un punto di ristorazione con pietanze americane… ma va evitato! (consiglio per i prossimi anni: molto buono, ma costoso, e le porzioni sono scarse).

Sul pianeta sono solo tre i luoghi che organizzano festival rock di questa portata, e quello senigalliese è l’unico totalmente gratuito.
Quest’anno gli unici spettacoli a pagamento sono stati i due main events: il concerto di Jerry Lee Lewis del 24 agosto e lo show burlesque di Dita Von Teese del 25, entrambi in esclusiva nazionale.
Ogni anno sono migliaia le persone che accorrono da tutto il mondo: Italia, Germania, Inghilterra, Spagna, Grecia, Usa, Finlandia, Canada, Olanda, California, Scozia, Francia, Croazia, Svizzera, Austria, Giappone ed anche Australia; e a volte la grande affluenza crea anche qualche problema.
La sera, infatti, sull’affollato lungomare, capita di imbattersi in orde di motociclisti spacconi intenti ad esibire la loro virilità col far rombare il motore delle loro puzzolenti Harley Davidson parcheggiate in mezzo alla folla di turisti e senigalliesi che certo non sono lì per assistere ai loro accessi di testosterone.
Queste orde di trogloditi, poi, attingono spesso le loro Weltanschauungen alle ideologie storiche più schifose, prima fra tutte il nazional-socialismo tedesco.
Quest’anno alcuni neonazisti sono entrati nel centro sociale Mezza Canaja (un po’ isolato, sul lungomare) e hanno iniziato a picchiare a destra e a manca: ne hanno ricavato un sacco di botte per loro e una coltellata nella chiappa per uno del centro sociale.
Ma, nel complesso, al di fuori delle baruffe ideologiche che accendono, quasi non danno fastidio: la gente per lo più li ignora, e loro si contentano di sbevazzare birra e spalancare ogni tanto la bocca per offrire il loro contributo alla specie: un rutto o altre amenità.

In conclusione, al di là di questi marginali accadimenti (per altro incontrollabili, data la gratuità e l’estensione del festival), il Summer Jamboree è per molti aspetti sicuramente un evento eccezionale, ottimamente organizzato e di respiro mondiale.
Consiglio a chiunque di andarci, anche se solo per un giorno.
Vi si respira un’aria certamente particolare, specifica, ma chiunque partecipi si può sentire a suo agio e divertirsi, anche senza bananone o fiore tra i capelli, e confondersi comunque tra i volti degli appassionati, molto più distesi e paciocconi di quelli che nell’America di quegli anni si sfidavano in gare clandestine di auto, creando, con le loro vite spericolate, un mito che ancora tarda a tramontare.

lunedì 22 ottobre 2007

Il "Summer Jamboree" nella lista delle 20 mete italiane più ricercate dai vacanzieri

Summer Jamboree Newsletter

Il “Summer Jamboree” di Senigallia nella lista delle 20 mete italiane più ricercate dai vacanzieri del 2007, secondo la ricerca del Corriere della Sera e Touring Club Italiano.

Le mete italiane di tendenza dell’ultima estate? Poche e scelte con cura dai vacanzieri italiani e stranieri sempre più alla ricerca di emozioni, bellezze naturali, fascino di borghi minori, enogastronomia e manifestazioni curiose.

Nella lista di Alto Gradimento stilata regione per regione in ordine alfabetico dal “Corriere della Sera”, trionfa il “Summer Jamboree” di Senigallia, festival internazionale dedicato alla musica e alla cultura dell’America degli anni ’40 e ’50. Unico evento segnalato per le Marche tra quelli che rappresentano lo "specchio dell’anima di un paese in festa". Una ventina di appuntamenti in tutto. Lo rivela il servizio dedicato a “La giornata del Touring” pubblicato nell’edizione di sabato 20 ottobre 2007 del Corriere della Sera, alle pagine 56 e 57.

La ricerca è stata realizzata in esclusiva per il “Corriere della sera” dal Centro Studi del Touring Club Italiano che, per tracciare la lista delle mete preferite nel 2007, si è basato su informazioni provenienti da assessorati, amministratori, operatori del settore, enti locali e società aeroportuali (specialmente voli low cost).

L’articolo dal titolo “Riti o emozioni estreme. La fuga dalla noia dei vacanzieri del 2007” a firma di Carlotta Lombardo, spiega come stiano cambiando le abitudini dei viaggiatori in Italia, un "popolo in mutazione: più preparato, esigente, raffinato, salutista. E poco incline a spese superflue". Gli autoctoni così come gli stranieri, giapponesi compresi, scoprono la varietà di spiagge "da far impallidire la più esotica isola caraibica" a disposizione nel Belpaese, con i suoi 8 mila chilometri di costa. Scoprono "borghi misconosciuti, dal fascino antico, castelli abbandonati e trasformati in inusuali palcoscenici, sagre popolari, specchio dell’anima di un paese in festa".

Nel 2007 i vacanzieri hanno scelto destinazioni inedite e percorsi insoliti nelle grandi città, fuggendo le mete affollate e prediligendo iniziative particolari o estreme, vacanze verdi e fitness, alla scoperta di tradizioni popolari e siti archeologici, sempre con un occhio al portafoglio. Così, accanto a manifestazioni come Umbriajazz, Taormina Arte, la Biennale d’arte di Venezia o la Notte della Taranta nel leccese, nella lista di “Alto Gradimento” 2007 per le Marche brilla il “Summer Jamboree” di Senigallia.

La baldoria d’estate sulla spiaggia di velluto marchigiana nel 2007 ha festeggiato i suoi 8 strepitosi anni di vita con la partecipazione entusiastica di oltre 100 mila persone. Dieci giorni di iniziative rock and roll dal 18 al 26 agosto con l’anteprima del 17, centinaia di concerti live e dj set e appuntamenti, coronati dai due big in esclusiva italiana che hanno scatenato stampa e fan in arrivo da tutto il mondo: Jerry Lee Lewis e Dita Von Teese.


Associazione Culturale Summer Jamboree
Ufficio Stampa
Alessandro Piccinini Comunicazione
info@alessandropiccinini.it

venerdì 19 ottobre 2007

AAA. Cercasi uomini per corsi invernali di ballo anni ’40 e ’50!

Tantissime le donne iscritte al corso invernale di ballo del Summer Jamboree

Secoli e secoli fa ci fu qualcuno di nome Diogene che diventò famoso per una piccola frase: “Cerco l’uomo!”.
Oggi la motivazione non è la stessa di allora, ma sembra proprio che la ricerca continui e accomuni molte delle iscritte al corso invernale di ballo del “Summer Jamboree”, iniziato il 2 ottobre scorso.
La maggior parte dei 200 appassionati che stanno partecipando alle lezioni tenute da professionisti al centro Le Saline di Senigallia ogni martedì, mercoledì e giovedì, sono infatti donne.
Di conseguenza, i valorosi uomini presenti che qualcuno definirebbe “beati fra le donne”, sono costretti però a veri e propri tour de force per tutta la sera.
Una piroetta qua, un 6 tempi di là, doppio giro in 8 tempi dall’altra parte ancora e via di nuovo a piroettare e oscillare e swingare.
Le specialità dei corsi sono jive e lindy hop, i due balli che comunemente identificati dalla gente come i balli del “Summer Jamboree”.
La domanda nasce spontanea... ma dove sono i “billy elliot” del rock and roll marchigiani? Forza, go cats go!
Per prepararsi a conquistare la pupa durante la prossima elettrizzante edizione della “baldoria d’estate” di Senigallia, invitandola in pista e sfoderando passi da ballerino provetto, quale occasione migliore che imparare i passi durante l’inverno?

Ricapitoliamo: i corsi invernali di ballo del “Summer Jamboree” si svolgono il martedì, mercoledì e giovedì sera nella sala del centro sociale "Saline" della 2° circoscrizione del Comune di Senigallia.
Gli iscritti finora sono circa 200 e arrivano da tutta la regione, da nord a sud, da Urbino come dalla provincia di Ascoli Piceno.
I corsi si svolgono secondo la seguente scansione settimanale: il martedì e mercoledì dalle 21 alle 22 e dalle 22 alle 23, lezioni di jive base (il ballo che permette in pratica di ballare quelli che comunemente vengono detti i balli del Summer Jamboree), il giovedì, lezioni di lindy hop dalle 21 e di jive avanzato per chi ha già fatto lezioni precedentemente dalle 22.
I tre insegnanti di quest’anno sono Enrico Conti, Francesca Baldini e Diana Romano.
Il Centro sociale "Saline" si trova in Via dei Gerani 8 a Senigallia.
Le iscrizioni si possono effettuare in coppia o anche da soli.
I corsi sono organizzati dall’associazione culturale “Summer Jamboree” che cura il Festival, con il sostegno del Comune di Senigallia e della 2° circoscrizione (che mette a disposizione la sala del centro sociale "Saline" dove si svolgono le lezioni).

Info 392.2392838 o ballo@summerjamboree.com


Fonte: Alessandro Piccinini

mercoledì 10 ottobre 2007

Mr. Contrabbasso e gentile Signora

Summer Jamboree #6
sabato 6 agosto 2005

Nel gruppo dei Roomates il contrabbasso era pizzicato da questa affascinante Signora.

Sony DSC-F717 - 1/30 - F2.4 - ISO320

La classe non è acqua: notate il perfetto accostamento tra il riccio dello strumento e lo chignon della medesima; particolarissimo, poi, il fermaglio con i tre occhi.

mercoledì 3 ottobre 2007

Oltre 200 persone alla prima lezione dei corsi di ballo del Summer Jamboree!

Summer Jamboree Newsletter

Oltre 200 persone hanno partecipato alla prima lezione di presentazione dei corsi di ballo del Summer Jamboree!
Arrivano da tutta la regione e sono in maggioranza donne.
Iscrizioni aperte per tutto il mese di ottobre.
Ecco la scansione delle lezioni di ballo. Info 392.2392838


Tutti pazzi, anzi pazze per il balli del Summer Jamboree!
Circa 200 persone sono accorse alla prima lezione del corso invernale di ballo del “Summer Jamboree”, martedì sera 2 ottobre al centro sociale Le Saline di Senigallia. Molti in arrivo da tutta la regione, da nord a sud, da Urbino come dalla provincia di Ascoli Piceno, tutti ansiosi di imparare i balli e prepararsi alle briose esibizioni della prossima edizione del Festival di musica e cultura dell’America anni ’40 e ‘50.

Di questi circa 150 si sono già iscritti e la maggior parte sono donne, scatenate e desiderose di imparare a ballare jive e lindy hop, le due specialità di ballo rock and roll su cui si concentreranno le lezioni invernali di quest’anno.

Martedì sera infatti nella sala del centro “Le Saline” della 2° circoscrizione del Comune di Senigallia, pronte a imparare i passi dei balli del Summer Jamboree con i ballerini professionisti scelti come insegnanti, c’erano diverse coppie, ma soprattutto singoli per lo più donne. Dunque uomini datevi da fare e accorrete ad abbracciare la vostra bella e a farla piroettare in 6 e 8 tempi.

Il fatto di arrivare ai corsi senza accompagnatore o accompagnatrice non è vincolante, poiché durante le lezioni si cambia partner e ci si confronta, si provano i passi insieme agli istruttori, in un’atmosfera rilassata e divertente che già dalla prima lezione ha entusiasmato i tantissimi presenti.

Le iscrizioni resteranno aperte per tutto il mese di ottobre. In base alle richieste e alle esigenze dei presenti, i corsi si svolgeranno secondo la seguente scansione settimanale: il martedì e mercoledì dalle 21 alle 22 e dalle 22 alle 23, lezioni di jive base (il ballo che permette in pratica di ballare quelli che comunemente vengono detti i balli del Summer Jamboree), il giovedì, lezioni di lindy hop dalle 21 e di jive avanzato per chi ha già fatto lezioni precedentemente dalle 22.

I tre insegnanti di quest’anno sono Enrico Conti, Francesca Baldini e Diana Romano. Il Centro comunale Le Saline si trova in Via dei Gerani 8 a Senigallia. Le iscrizioni si possono effettuare in coppia o anche da soli. I corsi sono organizzati dall’Associazione Culturale “Summer Jamboree” che cura il noto Festival Internazionale di musica e cultura dell'America degli anni '40 e '50.

Info: 392.2392838 o ballo@summerjamboree.com

"Jerry Lee Lewis al Summer Jamboree" by Peter Hayman

Ho ricevuto alcuni giorni fa dal Sig. Pierre Pennone, Vice Presidente dell' International Jerry Lee Lewis Fan Club, il permesso per poter pubblicare in lingua italiana un articolo, scritto da Peter Hayman, relativo al concerto che "The Killer" ha tenuto a Senigallia lo scorso 24 agosto 2007 in occasione del Summer Jamboree.

Il testo originale, in lingua inglese, verrà pubblicato sulla rivista ufficiale del fan club (edita ormai da 44 anni) "Fire-Ball Mail" in uscita a fine novembre.

Ringrazio il Sig. Pennone per la disponibilità e Alex per la traduzione.
Buona lettura!


Jerry at the Summer Jamboree, Senigallia, Italy
August 24, 2007

written by Peter Hayman


Il Summer Jamboree, è un evento dedicato alla musica Rock’n’roll che si svolge a Senigallia da diversi anni; la cittadina della riviera adriatica ha avuto, per la prima volta, come ospite d’onore la grande stella americana Jerry Lee Lewis. Venerdi 24 agosto è stato il giorno della sua esibizione!! Per tutta la giornata l’atmosfera è stata elettrizzante. I poster del divo erano appesi in ogni angolo della città. Durante il giorno diverse macchine americane originali degli anni ‘50 hanno sfilato lungo il centro e il lungomare. La sera del 24 agosto si sentiva nell’aria quella tipica atmosfera degli anni ‘50 quando il grande Jerry Lee lewis è salito sul palco con la sua band. Lo spettacolo si è svolto in una delle piazze principali della città e penso che ci siano state almeno 3.000 persone venute da ogni parte d'Italia e non, per assistere al suo concerto.
Kenny Lovelace ha aperto il repertorio con la canzone “SLIPPIN’ AND SLIDIN’”, poi Robert Hall ha seguito con “HOW I LOVE TO RIDE”, Buck Hutcheson ha cantato “Mr FIREMAN”, B.B. Cunningham ha suonato “WOOLLY BULLY”e infine Jerry Lee Lewis ha fatto la sua entrata! Davanti ai nostri occhi stava scorrendo tutta la storia del Rock’n’roll!
Il “Killer” si è seduto alle tastiere, ha suonato un accordo e poi si è lanciato in una favolosa versione di “ROLL OVER BEETHOVEN”. Questa esibizione è durata quattro minuti e mezzo, ha racchiuso quattro assolo alle tastiere e alle chitarre (Kenny e Buck insieme). Poi Jerry si è sbizzarrito con varie tecniche musicali rock’n’roll, eseguendo bassi a due mani e triplette fino ad arrivare alle note più alte (…) (troviamo questa tecnica nel brano “What’d I say” nel video di Austin City Limitis del 1983, per esempio). Alla folla è piaciuto moltissimo questo numero di apertura e si è goduta ogni singolo minuto!
Ad un certo momento Jerry ha detto di sentire un po’ caldo ma tutto ciò era normale per l’afa che c’era, e poi subito dopo ha iniziato a cantare “YOU BELONG TO ME”. Questa versione è durata circa cinque minuti e mi è piaciuta tantissimo! Jerry ci ha deliziato con tre assolo alle tastiere mentre Kenny dava un importante contributo accompagnandolo con la sua chitarra. Penso che tutti i brani di Jerry siano delle espressioni musicali tra le più interessanti e rappresentative di tutto questo genere di musica (…). Questa è stata una memorabile interpretazione e la gente ha gradito molto, applaudendo con entusiasmo e gioia.
Il numero successivo è stato il brano rock “WHY YOU BEEN GONE SO LONG”. La canzone è durata tre minuti, realizzando un lungo assolo al piano con il contributo dei chitarristi in alcuni tratti della canzone.
La folla entusiasta ed elettrizzata dalle note ha iniziato a chiamare “Jerry, Jerry, Jerry,…” dopo che il “Killer” aveva finito di suonare. Che atmosfera!
La canzone successiva è stata una richiesta da parte di Kenny, il titolo era “BEFORE THE NIGHT IS OVER”. E’ stata interpretata in un modo assai interessante e la sua durata è stata più lunga del solito, più di quattro minuti. È stata interpretata da due assolo alle tastiere, ciascuno dei quali con una tecnica musicale differente ma originale, e da un assolo alla chitarra da Kenny, con il supporto molto interessante del “Killer” che teneva il ritmo a due mani col suo piano.
Il numero successivo è stato “HADCOL BOOGIE”, un brano noto al pubblico di Jerry e conosciuto in tutto il mondo. Questa non è stata la versione più lunga che si sia mai sentita, circa tre minuti, ma è stata interpretata in modo originale grazie agli assolo delle tastiere e della chitarra di Buck.
Ancora la folla ha iniziato a intonare “Jerry, Jerry, Jerry…” alla conclusione della canzone. Una delle cose migliori che abbia potuto notare durante la manifestazione è stata la qualità del suono. È stato il migliore che si fosse mai ascoltato negli ultimi tempi, con un suono molto chiaro dato da un’attrezzatura di amplificazione allo “stato dell’arte”. La grande qualità del suono ha incrementato la qualità del concerto, senza dubbio.
Successivamente, Jerry ha eseguito il famoso pezzo a tempo di blues “NO HEAD STONE ON MY GRAVE”. Il brano è stato interpretato da un assolo alle tastiere e da un assolo della chitarra di Kenny; è stato grande il piano blues nella prima, lenta parte del brano. Questo è uno di quei brani che Jerry esegue differentemente ogni volta che decide di suonarlo. Nessuno in verità sa se Jerry decide di suonare la tastiera con un ritmo più veloce del solito, oppure con uno più lento o a quale dei chitarristi chiede di eseguire il pezzo da solista, oppure quali sono le parti del brano da suonare e con quale tempo, se più sostenuto o meno. Io penso che Jerry, da tutto questo, tragga un gran divertimento e che sia un modo per tenere in pugno tutta la sua band!!
Il “Killer” ha poi cantato questa canzone con uno stile tutto rock: “SWEET LITTLE SIXTEEN”. Il brano è stato eseguito con un assolo della chitarra rock di Buck, e a sorpresa da un secondo assolo al piano di Jerry. La gente era entusiasta! Di seguito Jerry ha cantato “YOU WIN AGAIN”. Questo brano è tipico delle varie interpretazioni della band. Ma è proprio in questo momento che il grande Jerry ha iniziato a manifestare segni di stanchezza. La sua voce sembrava essere meno chiara e forte rispetto all’inizio. Senza dubbio il caldo afoso e umido ha influito su questo calo di energia (…).
Poi Jerry ha suonato “I DON’T WANT TO BE LONELY TONIGHT”. Il brano ha presentato due buoni, lunghi assolo al piano, sebbene la stanchezza si faceva sempre più sentire.
“GREAT BALLS OF FIRE” è venuto subito dopo. E’stata una versione abbastanza interessante, nonostante la voce di Jerry abbia dato più volte cenni di cedimento. Il brano è stata interpretato con una variazione dell’usuale assolo di piano, e senza i tipici glissaggi, terminando con un assolo di chitarra senza la presenza di un secondo assolo alle tastiere. E’ stata una piccola sorpresa per tutti noi!
Jerry, infine, ha concluso il suo spettacolo con la canzone “WHOLE LOTTA SHAKIN’”. E’ stata cantata bene, in modo migliore rispetto le ultime versioni. La star se ne è andata lasciando il palco ad un pubblico soddisfatto e molto entusiasta. Molte persone ancora cantavano “Jerry, Jerry, Jerry,…”.
Pensando a tutto lo svolgimento dello show, penso proprio che sia stato un successo. Sebbene Jerry abbia mostrato di essere molto stanco negli ultimi 15 minuti dello show, certamente i primi 30 sono stati fantastici grazie a delle ottime interpretazioni con le tastiere che hanno reso le versioni delle canzoni molto originali ed interessanti. Concludo dicendo che l’atmosfera che si era creata era davvero emozionante e tutti se ne sono andati via molto contenti.

Peter Hayman

lunedì 1 ottobre 2007

Iniziano gli attesissimi corsi invernali di ballo anni '40 e '50 del "Summer Jamboree"

Summer Jamboree Newsletter

Iniziano gli attesissimi corsi invernali
di ballo anni '40 e '50 del "Summer Jamboree"
Con una spettacolare esibizione di ballerini professionisti, iniziano i corsi invernali di ballo anni ’40 e ’50 del “Summer Jamboree”.
Appuntamento martedì 2 ottobre 2007 alle 21 al centro “Le Saline”
della 2^ circoscrizione del Comune di Senigallia.
Prima lezione gratuita. Due livelli: principianti e avanzati.
Info 392.2392838

Go cats go! Preparatevi a tenere il ritmo in otto e sei tempi per tutto l’inverno perché tornano gli scatenati balli anni ‘40 e ‘50 tra swing e boogie, grazie al corso di ballo del “Summer Jamboree”. La sessione invernale di lezioni inizia martedì 2 ottobre 2007 e si svolgerà fino a primavera al centro sociale della 2° circoscrizione del Comune di Senigallia “Le Saline”.

Gli appassionati di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50 potranno imparare o approfondire (a seconda del livello di preparazione) le specialità di Lindy Hop e Jumpin’ Jive che sono poi le espressioni principali di quello che comunemente viene definito il rock'n'roll. Il primo, di ispirazione jazz, è uno stile ballato in 8 tempi sulla base stessa della musica in 8, molto legato allo swing. Il secondo è invece ispirato dal Boogie e ballato su 6 tempi. Per saperne di più e per capire concretamente di cosa si tratta, l’appuntamento con la prima lezione gratuita è martedì 2 ottobre 2007 alle 21.

I partecipanti potranno farsi un’idea del ballo in stile rock and roll e ammirare una spettacolare esibizione dei ballerini professionisti che poi faranno loro da insegnanti. Il corso è infatti tenuto da ballerini professionisti che oltre a partecipare a contesti internazionali, hanno animato insieme a molti altri ’ultima strepitosa edizione del “Summer Jamboree”.

Il corso si terrà in due fasce orarie in base al livello dei partecipanti (avanzato o principianti): dalle 21 alle 22 e dalle 22 alle 23. Il Centro comunale Le Saline si trova in Via dei Gerani 8 a Senigallia. Le iscrizioni si possono effettuare in coppia o anche da soli. Un’occasione imperdibile questa dei corsi di ballo anni ’40 e ’50 per mantenere viva la baldoria rock and roll e per prepararsi alla prossima edizione del Festival, che si svolge da 8 anni sulla spiaggia di velluto, trasformando Senigallia nella “città del rock and roll” per 10 magnifici giorni.

Già l’anno scorso, i corsi invernali hanno richiamato centinaia di appassionati, diventando un appuntamento di rilievo nell’agenda settimanale. Moltissimi, dopo aver partecipato alle lezioni, hanno potuto sfoggiare con maestria i passi swing, esibendosi durante tutte le occasioni di danza del “Summer Jamboree” 2007.

Oltre alla musica infatti, il ballo in stile ha acquistato sempre maggior rilevanza nelle ultime edizioni, appassionando neofiti ed esperti di rock and roll e completando ulteriormente le proposte del Festival.

Info: 392.2392838 o ballo@summerjamboree.com