Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 22 ottobre 2015

Questo blog (non ufficiale!) è dedicato al festival di cultura e musica dell'America degli anni '40 e '50 che si svolge tutti gli anni in agosto a Senigallia - Riviera Adriatica.
Reportages, news, programmi, personaggi, racconti, appuntamenti e pensieri sparsi con un unico comune denominatore:
il (mio) Summer Jamboree!
Google
 

lunedì 22 settembre 2008

il vostro SJ#9: Vanina a.k.a. Bunny

Quest’anno posso finalmente dire: io c’ero!!

La mia passione per il Rock & Roll e gli anni ‘50 mi ha portato infine a Senigallia per il Summer Jamboree!

Sono con la mia amica Francesca. Arriviamo venerdì pomeriggio, e già al casello vedo due cadillac, che mi riempiono di emozione: è il primo elemento tangibile, lì, sotto i miei occhi, e finalmente posso comiciare il mio viaggio indietro nel tempo...

Neanche un attimo per posare le valigie in albergo, che subito si esce a fare una passeggiata sul lungomare, per cercare il tanto decantato stabilimento balneare "Il Mascalzone", ritrovo di tutti i rockabilly da spiaggia!
Dopo una bella scarpinata lo troviamo... sembra un sogno: le cadillac parcheggiate lungo la strada, la musica rock & roll e la gente vestita anni ‘50, con le acconciature, i tatuaggi e la birra che scorre a fiumi! Sono talmente intontita che mi scordo perfino di scattare foto: mi accontento di guardarmi intorno sognante!


Poi la sera si esce per un giretto nel "cuore" del Jamboree. Raggiungiamo la Rocca e vaghiamo tra le bancarelle, il palco dove suonano Los Terribles de Tijuana, il parcheggio delle moto, pieno zeppo di Harley, e quello delle macchine d’epoca, dove sostano automobili da sogno!!!
Notiamo uno stand in particolare: c’è un barbiere americano all’opera, ed accanto alcune ragazze che acconciano i capelli con le pettinature tipiche anni ‘40... non possiamo perdere l’occasione, e ci prenotiamo per la sera seguente!

Torniamo in albergo distrutte (i piedi mi fanno di un male... tacchi e sanpietrini sono l’accoppiata peggiore che si possa immaginare, e poi ci si mette anche l'autobus, che non arriva mai!!!), ma felici all’idea di quello che sarebbe stato il giorno dopo!

La sera non tarda ad arrivare, ed eccoci pronte per la nostra acconciatura e per la serata allo Shalimar, dove avremmo assistito allo spettacolo Burlesque di Eve La Plume e Miss honey Lulu.



Le ragazze che mi pettinano sono velocissime, e quando alla fine mi guardo allo specchio, mi vedo bella come non mai! Così che mi lascio andare anche a qualche posa da pin-up!


Dopo aver finito con i capelli mangiamo un boccone e per la strada mi sembrava che tutti si girassero a guardarci...
Poi di corsa in albergo per il cambio di vestito (3 giorni e così tanti vestiti nell’armadio... dovevo per forza effettuare un cambio d'abito nella mia "serata clou"!) e via allo Shalimar!

L’atmosfera è bellissima, quasi surreale: un dj mette dischi, e sulla pista alcune coppie ballano seguendo il ritmo dello swing e del boogie woogie. Mi incanto a guardarli e con la voglia di buttarmi anche io, ma purtroppo non sono in grado (mi sono ripromessa di prendere lezioni per l’anno prossimo, se qualcuno conosce una scuola a Roma, gli sarei davvero grata se me la segnalasse!).

Il tempo scorre, ma a me pare essersi fermato: la sensazione è strana, mi sembra di vedere tutto in bianco e nero, come se stessi guardando un vecchio film in tv... E poi è arrivata l’ora dello spettacolo Burlesque: i costumi di scena sono fantastici, e le ragazze mischiano sensualità ed autoironia in modo sublime!

Tornando a casa passiamo per il parcheggio, che nel frattempo si è riempito di macchine d'epoca, e di nuovo mi lascio andare a pose da pin-up su una delle mie cadillac preferite.


Ho dormito senza disfare l’acconciatura, per conservarla per il giorno dopo, che sarebbe stato purtroppo anche l’ultimo, quello da dedicare allo shopping. Compro qualcosa qui e lì, ma il fatto che è il giorno conclusivo della manifestazione, ed il vento freddo che si è alzato improvvisamente su Senigallia, rendono la serata malinconica...

Lunedì mattina siamo ripartite per tornare a casa. I sentimenti che mi ha provocato questo "viaggio nel tempo" restano ben impressi nel mio cuore e non vedo l'ora di tornare l'anno prossimo, magari a passo di boogie woogie!

A presto!

Vanina a.k.a. Bunny

1 commento:

  1. Grazie di aver pubblicato il mio articolo! Ci si vede sicuramente l'anno prossimo.

    B.

    RispondiElimina