Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 22 ottobre 2015

Questo blog (non ufficiale!) è dedicato al festival di cultura e musica dell'America degli anni '40 e '50 che si svolge tutti gli anni in agosto a Senigallia - Riviera Adriatica.
Reportages, news, programmi, personaggi, racconti, appuntamenti e pensieri sparsi con un unico comune denominatore:
il (mio) Summer Jamboree!
Google
 

giovedì 29 maggio 2008

Jack and Jill Contest

Dal nostro inviato sul campo.

...and the winner is...
Giovanna & Andrea!!


Sono loro i vincitori del Jack and Jill Contest, gara di ballo e festa conclusiva dei corsi di Jive e Lindy Hop del "Summer Jamboree" che si è tenuta mercoledì 28 maggio 2008 presso il Centro Sociale Saline di Senigallia.
Una serata decisamente "hot", grazie alla musica di Dj Ol'Woogies ma soprattutto per la temperatura all'interno della sala dove un nutritissimo numero di coppie si sono sfidate all'ultimo passo per aggiudicarsi il titolo in palio e vincere i due biglietti per l’esclusiva nazionale degli
Stray Cats, il 22 agosto a Senigallia, nell’ambito del Summer Jamboree!
La tensione della gara e il caldo sono aumentati man mano che la giuria eliminava le coppie al termine di ogni turno di danze, fino alla definitiva selezione delle tre coppie finaliste.
La vittoria è andata, come detto, a Giovanna e Andrea, ma un applauso va a tutti coloro che sono approdati alle fasi conclusive, molti dei quali hanno frequentato i corsi di ballo invernali.

Ecco qualche istantanea della serata...













.............................
Aggiornamento del 2 giugno:
Se ne parla anche su VivereSenigallia e 60019.it

martedì 27 maggio 2008

Un mercoledì da leoni!

Il 28 maggio dalle 21, il Centro Sociale Saline di Senigallia ospita il Jack and Jill Contest, gara di ballo e festa conclusiva dei corsi di Jive e Lindy Hop del "Summer Jamboree"!
In palio, due biglietti per l’esclusiva nazionale degli Stray Cats, il 22 agosto a Senigallia, nell’ambito del Festival estivo di musica e cultura dell’America degli anni '40 e '50!
Iscrizione gratuita direttamente in loco la sera stessa.

Summer Jamboree Newsletter

Scaldate i piedi e preparatevi a scatenarvi in performance di Jive e Lindy Hop per un mercoledì da leoni.
Mercoledì 28 maggio alle 21, il Centro Sociale Saline di Senigallia ospita lo scoppiettante "Jack and Jill Contest", gara di ballo aperta a tutti gli appassionati di specialità anni '40 e '50 che mette in palio uno strepitoso premio: due biglietti per il concerto in esclusiva italiana degli Stray Cats, il 22 agosto al "Summer Jamboree - #9" (16-24 agosto 2008) e altri bellissimi premi.
La serata sarà anche l’occasione per la festa di chiusura dei corsi di ballo del "Summer Jamboree" al centro sociale della 1^ circoscrizione di Senigallia "Le Saline", che hanno coinvolto quasi 200 persone in arrivo da tutte le Marche, con appuntamenti distribuiti nei mesi invernali.
Per questa serata conclusiva una selezione speciale del miglior Record Hop anni '40 e '50.

Sin dal primo ciclo di corsi attivato a ottobre si è vista una enorme partecipazione di iscritti entusiasti e desiderosi di prepararsi per l’appuntamento estivo con il Festival di musica e cultura dell’America degli anni ’40 e ’50 (info www.summerjamboree.com).
L’iniziativa è proseguita con successo sino a questa settimana di chiusura con la festa aperta a tutti.
L’iscrizione alla gara è gratuita e si può effettuare direttamente al centro Le Saline la sera stessa di mercoledì 28 maggio, oppure per e-mail: info@gangbusters.it o sms/tel. al 366.3932136.

Associazione culturale "Summer Jamboree"
Alessandro Piccinini Comunicazione
info@alessandropiccinini.it
cell. 338.4169263


Leggi il comunicato anche su ScriptaVolant

lunedì 19 maggio 2008

Summer Jamboree 2008: le bands!

Sul sito ufficiale è apparso l'elenco dei gruppi che si esibiranno nell'edizione #9 del Summer Jamboree.
Eccoli tutti:


“Vintageous” vs “SerySwinger”

Ludovica, alias Vintageous, ha colpito ancora.
Ieri, sul suo "
Vintage and Retrò Blog", ha pubblicato un'altra intervista con un personaggio ormai presenza fissa (insieme a suo marito Stefano) di ogni manifestazione sia estiva che invernale del Summer Jamboree:

Serena alias SerySwinger.

Buona lettura

-90: Il tenente “Vintageous” vs “SerySwinger”


Photo: courtesy of Libero Api
links:
http://www.pbase.com/krycek
http://summerjamboree.blogspot.com/

Model: SerySwinger
Link:
http://www.serenascapini.it/summerjamboree/

V: Aprimi il tuo armadio. Qual è il tuo abito feticcio?
S: Beh! Senza dubbio il mio vestito in crepe beige originale della fine degli anni ‘40. Quando lo vedevo nell’armadio di mia mamma sognavo di poterlo un giorno indossare. E così e’ stato. Sormontato sul davanti e fermato su un fianco con una spilla. Mi piace da morire
V: E il tuo accessorio?
S: Uso quasi sempre il mio bauletto di rafia, anni ’50. Piccolo ma molto carino
V: E sotto? (come sono indiscreta!)
S: Sotto? Beh! Un bel paio di... scarpe!!! Altra mia mania
V: Hai un tatoo? Se si, puoi e vuoi dirci di cosa si tratta?
S: No, no! Nessun tatuaggio. Amo tutte le forme d’arte, soprattutto amo i colori e mi piacciono molto i tatuaggi in stile, ma non sulla mia pelle che voglio rigorosamente candida
V: Se dovessi farti tatuare il tuo motto fashion, quale sceglieresti?
S: Come già detto mai nessun tatuaggio, ma il mio motto è certamente: “Forse nessuno ricordera’ il mio nome... ma non m’importa Io so chi sono!”
V: Descrivimi la tua tecnica di shopping
S: Rigorosamente evito le griffe e tutto ciò che è alla moda. Frequento i mercatini, preferibilmente quelli genuini della gente che vende oggetti polverosi da soffitta. Per l’abbigliamento invece ricerco modelli originali su riviste d’epoca o su Internet, che faccio poi replicare da una sarta di fiducia
V: Parlando di shopping, che tipo di boutique (“second hand”, boutique specializzata, mercatini, internet) ti fa venir voglia di prosciugare il conto in banca?
S: Credo che Internet sia la migliore bottega dove è possibile trovare tutto quello che si vuole. Per tutte le tasche. Ed è facilissimo lasciarsi andare e prosciugare il conto
V: Anche tu, come tutti, ruberai idee fashion ai vip... quali?
S: Non c’è nessuna idea da rubare. Non c’è niente che mi interessa nella moda dei VIP. Amo i pantaloni e le gonne a vita alta e i vestiti che mettono in risalto la femminilità... uno stile che ormai non vedo più
V: Quali idee fashion ritieni ti siano state rubate da vip? (Vogliamo i nomi!)
S: Ma dai non scherziamo, che VIP vuoi che mi abbia mai visto. Ed è meglio così
V: Chi è la più bella di sempre, la tua musa vintage?
S: Marilyn Monroe è in assoluto la regina della femminilità, bionda, rossetto rosso, pelle bianchissima. E Grace Kelly aveva una classe e un'eleganza mai raggiunte da nessun'altra. Ma sono miti, al di là del tempo, e tali rimangono. E', allora, da uno sguardo alle vecchie fotografie di gente comune che trovo più spesso e volentieri l’ispirazione maggiore
V: E se fossi una star (Ops! Scusa, lo sei già!), cosa sceglieresti per presenziare da madrina la prossima edizione del Sj?
S: Non vorrei mai essere una star (e non lo sono!) perché il SJ è una festa che voglio vivere ogni minuto e in ogni luogo, dal primo all’ultimo giorno
V: Bene, ci siamo, Rai2 ti ha scelta per partecipare alla prossima edizione de “L’Isola dei famosi. Cosa reputi indispensabile portare sull’isola deserta?
S: Mai parteciperei all’Isola dei Famosi! Mai e poi mai!!! Ma quello che per me sarebbe indispensabile ovunque, sempre, sono il rossetto rosso ciliegia, una crema protezione totale e un CD swing per ballare... adoro ballare!
V: Breve lezione di pettinatura e trucco...( spiegaci come realizzare l’”occhio a cerbiatta” e non barare! Svelaci i tuoi segreti...)
S: Per gli occhi nessun segreto, basta un normale eye liner nero e rimmel a volontà. Per la pettinatura decisamente tanto tempo, tanta pazienza e tanta lacca. E tanti tentativi falliti
V: Una tua definizione di vintage
S: E’ qualche cosa che ha ancora un’anima e aspetta solo te per poter rivivere e raccontarti ancora tanto...
V: E per finire su una nota romantica... cosa dice generalmente tuo marito al mattino dopo che ti sei vestita?
S: “No! Perchè devo andare al lavoro!!!!”


venerdì 16 maggio 2008

“Vintageous” vs “Bettieblack”

L'amica Ludovica, alias Vintageous, ha pubblicato ieri sul suo "Vintage and Retrò Blog" questa originalissima intervista con colei che è ormai diventata un'icona del "people of SJ":

Caterina alias Bettieblack.

Buona lettura!


Photo: courtesy of Libero Api
Links:
http://www.pbase.com/krycek
http://summerjamboree.blogspot.com/

Model: Bettieblack
Contact: http://www.myspace.com/bettieblackbakelite

V: Aprimi il tuo armadio. Qual è il tuo abito feticcio?
B: Un abito da sera, di metà anni ‘40, in raso di seta lavorata color champagne e velluto nero con strascico a terra, di Athena Beverly Hills, mai indossato. aspetto il momento giusto...
V: E il tuo accessorio?
B: Una borsa in lucite “color confetto” di Patricia of Miami, scovata in California in stato pietoso e restaurata dal mio fidanzato
V: E sotto? (come sono indiscreta!)
B: Beh, dipende dalla situazione, abito da giorno, da sera, comunque corsetto senza stecche (con o senza ganci per le calze, e calze, se il clima lo richiede - sebbene sarebbe più elegante indossarle anche nella stagione estiva - meglio se in seta, molto più gradevoli che quelle di nylon), e, se proprio lo devo dire, culotte a vita alta, decisamente più eleganti di qualsiasi perizoma... a mio parere
V: Hai un tatoo? Se si, puoi e vuoi dirci di cosa si tratta?
B: Si, due rondini, simbolo della fedeltà, da una lunga tradizione di icone del tatuaggio, diventate “popolari” durante la seconda guerra mondiale. Anche il tatuaggio ha una storia...
V: Se dovessi farti tatuare il tuo motto fashion, quale sceglieresti?
B: “Orgogliosa di essere sempre fuori moda”
V: Descrivimi la tua tecnica di shopping
B: Chi cerca trova. L’unico modo per scovare tesori nascosti è correre tra un mercatino e l’altro oppure navigare ore su Ebay... ma la cosa basilare è sapere che cosa si sta cercando, che periodo storico e, per non ritrovarsi con 250 euro spesi per un abito da sera anni ‘80 spacciato per anni ‘40, bisogna imparare a riconoscerli secondo le vecchie tecniche di cucitura e di stampa, tipi di tessuto, zip e bottoni oltre, ovviamente, a conoscere bene il periodo storico/stilistico dell’abito che si sta acquistando
V: Parlando di shopping, che tipo di boutique (”second hand”, boutique specializzata, mercatini, internet) ti fa venir voglia di prosciugare il conto in banca?
B: Purtroppo non ci sono né boutiques né negozi specializzati nel vintage anni ‘30,’40 e ‘50 (in Italia, chiaro...) tranne quei pochi che, più per passione che per lucro, rivendono ad amici, per cui l’unico ripiego è, come sempre, l’estero. Soprattutto gli USA e l’Inghilterra riescono ad offrire ancora dei pezzi molto interessanti... tra qualche giorno parto proprio per New York per impolverarmi tra il vecchiume americano... L’altra fonte è ovviamente Internet, soprattutto Ebay, dove, con un buon allenamento sulla conversione da pollici in centimetri e interpretazione delle descrizioni, si trovano dei bellissimi pezzi
V: Anche tu, come tutti, ruberai idee fashion ai vips... quali?
B: Più che “vips” direi “Dive”, termine ormai caduto in disuso, forse perché troppo elegante per alcuni “vips” attuali... Comunque di ispirazione sono state le più intriganti attrici del “silver screen” come Louise Brooks, Marlene Dietrich, Bette Davis, Carmen Miranda ma anche le ragazze anonime che posano assieme ai marinai nella mia collezione di foto di Pearl Harbor e le bellissime pin ups di Petti. Si tratta comunque di “riportare” ai giorni nostri il loro charme e la loro classe più che copiare le loro mise e le loro acconciature
V: Quali idee fashion ritieni ti siano state rubate da vips? (Vogliamo i nomi!)
B: Oddio! Nessuna! Spero proprio di NON “fare tendenza”!
V: Chi è la più bella di sempre, la tua musa vintage?
B: Più d’una: Ginger Rogers per la sua eleganza, Marlene Dietrich per il suo stile e charme, Tamara de Lempika per la sua visione del mondo
V: E se fossi una star (Ops! Scusa, lo sei già!), cosa sceglieresti per presenziare da madrina la prossima edizione del Sj?
C: Ha ha hah! ma quale star! No... cercherei comunque di contrastare il più possibile con quella schiera di persone che partecipa al Summer Jamboree “mascherata” o “a tema anni 50″le quali dovrebbero perlomeno informarsi prima di indossare ridicoli abiti a pois bianchi e rossi e fiori di plastica sparsi per tutta la testa (chiedo scusa per la polemica, ma è difficile trattenersi) e indosserei magari una casta playsuit da spiaggia
V: Bene, ci siamo, Rai2 ti ha scelta per partecipare alla prossima edizione de “L’Isola dei famosi”. Cosa reputi indispensabile portare sull’isola deserta?
B: A patto che mi paghino molto per parteciparvi: Il mio fidanzato, il mio gatto Felix, il mio ombrello di carta di riso (non mi piace il sole e non mi piace la pelle abbronzata in una donna) e le mie riviste LIFE dal 1947 al 1949 per evitare il più possibile di comunicare con il resto dei “naufraghi”... Ah, e se fossimo a Mauna Kea, il mio ukulele per cantare romantiche canzonette hawaiiane sotto la luna
V: Breve lezione di pettinatura e trucco... ( spiegaci come realizzare l’”occhio a cerbiatta” e non barare! Svelaci i tuoi segreti...)
B: Nessun segreto! L’eye-liner esiste da almeno 60 anni e, se la riga è disegnata senza esagerare con la pressione della mano, allunga decisamente la forma dell’occhio. Altro “accessorio” indispensabile per lo sguardo languido sono le ciglia finte, anch’esse non esagerate ma naturali come forma e colore. A parer mio è sempre più gradevole apparire dolci anziché aggressive, femminili e mai volgari... quindi senza esagerare con i belletti
V: Una tua definizione di vintage
B: Passione che porta a far “resuscitare” un determinato periodo storico in ogni sua forma (idee, comportamento sociale, musica, stile di vita, moda, linguaggi, forme di comunicazione)
V: E per finire su una nota romantica... cosa dice generalmente il tuo ragazzo al mattino dopo che ti sei vestita?
B:”A più tardi, bambola...”

lunedì 12 maggio 2008

"Profumi di Rock & Roll"

Un pensiero sul Summer Jamboree di Teddygirl1976


...chiudo gli occhi per un istante ed un brivido scorre lungo la schiena.....


Quando Libero mi chiese di scrivere qualcosa sul Summer Jamboree, questa fu la prima sensazione che pervase il mio corpo.
Difficile spiegare il perché, forse nemmeno esiste un perché.... ogni volta che penso alla mia passione per il Rock & Roll, la mia mente corre indietro negli anni e si blocca se
mpre sulla stessa immagine: mia nonna, quando ero piccola, prima di mandarmi a scuola, era solita pettinarmi i lunghi capelli e raccoglierli in due trecce.
Per non farmi strillare mentre li districava, accendeva la tv.
Una di quelle monotone mattine dalla televisione uscì una musica per me sconosciuta, ma allo stesso tempo talmente coinvolgente che se mia nonna mi avesse tagliato i capelli a zero non me ne sarei accorta...

Un giovane a dir poco bellissimo, ancheggiava dinoccolato e accompagnato dalla sua chitarra lasciava cadere sulla fronte un ciuffo di capelli splendenti (scoprii dopo che il luccichio dei capelli non era sudore per quel ballo sfrenato ma brillantina!!), dando vita a quella musica magica che mi aveva tanto colpito!
Era Elvis Presley.... all'epoca non riuscivo nemmeno a pronunciarlo il suo nome.
Anche se son passati più di venti anni ripenso sempre a quell'episodio con gioia ma an
che con un po' di nostalgia.... eh sì.... mentre le mie amichette impazzivano per i Duran Duran e Nick Kamen, io morivo dietro a quel ragazzaccio che mi aveva rubato il cuore.
Consumai i 45 giri di mio padre......

Con il tempo questa fiammella non si è spenta, ma a volte, per colpa delle mode o delle amicizie, o forse solo per non sentirmi esclusa, si è un po' affievolita.

Ma con l'evento più spettacolare ed entusiasmante che io conosca, il Summer Jamboree, questo fuoco ha ripreso ad ardere più forte che mai.
Cosa dire del Summer..... è un evento che si svolge ad Agosto a Senigallia tra una folla di appassionati di musica e cultura degli anni '40 e '50.... inutile dire che per molti, ed anche per me, è come la "Settimana Santa".
Tra i ballerini di Jive e Boogie ad ogni angolo della strada, tra le macchine americane d'epoca che non riesci a non sfiorare con le mani tanto sono possenti e affascinanti, la cosa che colpisce di più sono i colori e soprattutto i profumi.

Ad ogni ora del giorno e della sera ne sei invaso.... gli sfavillanti rossetti color ciliegia spiccano sulla pelle incipriata delle pin-up e lasciano nell'aria un sottile profumo di borotalco.... ragazzi dai giubbetti di pelle nera impomatati di brillantina si pettinano il ciuffo ribelle ammiccando a loro stessi davanti gli specchietti delle Harley emanando fragranze stranissime di birra, motori e acqua di colonia..... stand di abbigliamento vintage che ricordano gli armadi della nonna pieni zeppi di naftalina..... il ristorante messicano che sforna fritti a tutte le ore..... e poi musica musica musica.... la città sembra impazzita..... chi durante l'inverno ti guardava come un fenomeno da baraccone, durante il Summer fa a botte col vicino per accaparrarsi il vestitino a bolli da sfoggiare la sera o per acconciarsi i capelli dal parrucchiere old style, ma anche questo fa parte di quest'evento straordinario.

Non mi dilungherò ancora molto perché, più che descriverlo, il Summer bisogna viverlo e chi, pensando al Rock & Roll, sentirà un leggero brivido sulla pelle, avrà sicuramente colto la reale essenza di ciò che ho scritto.

venerdì 9 maggio 2008

Finito il Winter Jamboree si attende con ansia l'estate

Fonte: Summer Jamboree
www.summerjamboree.com


Hanno salutato Senigallia (Marche - AN) carichi di entusiasmo gli appassionati di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50 (accorsi anche da fuori regione, varie città d'Italia e qualcuno dall’estero) all’ultimo appuntamento del “Winter Jamboree - #2”, cartellone invernale di iniziative swing apertosi il 29 febbraio e conclusosi domenica 4 maggio.

Con le iniziative invernali, stage di ballo, feste swing danzanti, live e proiezioni cinematografiche a tema, Senigallia si è confermata la “città del rock and roll” sulla spiaggia di velluto marchigiana, in ogni periodo dell’anno.


Gli ultimi week-end di Festival invernale sono inoltre stati formidabili assaggi turistici di stagione estiva. Oltre a vivere giornate e serate swing, i fan arrivati da fuori regione si sono potuti godere la spiaggia già calda di sole e ne hanno approfittato per prenotare le camere per il periodo del “Summer Jamboree”. Soddisfatti gli organizzatori che giudicano molto positivo questo esperimento del Winter Jambore, evento nato grazie al sotegno del Comune di Senigallia Assessorato alla Cultura e Assessorato al Turismo, come una proposta di destagionalizzazione turistica finalizzata a tenere alta l'attenzione sul festival e sulla città anche durante l'inverno.

L’attesa si sposta ora sull’edizione numero 9 della baldoria estiva che quest’anno si svolgerà dal 16 al 24 agosto e ha già sfoderato l’eccezionale esclusiva italiana del “Farewell Tour” (tour di addio alle scene live) degli Stray Cats, il 22 agosto. Le prevendite sono già aperte e procedono a pieno regime con acquisti da tutto il mondo su www.summerjamboree.com, www.vivaticket.it, ticketone.it, www.bancamarche.it. I biglietti si possono acquistare online o nei relativi punti sul territorio segnalati dai vari circuiti. Sfuma dunque lentamente l’eco swing del “Winter Jamboree” in attesa dell’estate.

Molto apprezzate dal pubblico sia la formula di Swing Dance Party il sabato sera fino a tarda notte anticipati da stage pomeridiani di ballo in stile e seguiti da proiezioni cinematografiche domenicali, sia la magnifica location, sottolinea il direttore artistico della manifestazione, Angelo Di Liberto organizzatore del festival insieme Andrea Celidoni e Alessandro Piccinini dell'Associazione Culturale Summer Jamboree. Con il suo fascino d’epoca, la sua eleganza, le vetrate e il profumo di mare, la Rotonda a Mare è stata infatti molto apprezzata sia dal foltissimo pubblico locale che da quello rappresentato dal primo drappello di forestieri che si è avvicinato con entusiasmo a questa nuova proposta di "baldoria" invernale. Molto affascinati anche tutti ospiti internazionali del “Winter Jamboree”, djs e musicisti live.

Dal vivo, i fan del jamboree hanno potuto ascoltare e scatenarsi con la musica dei grandissimi The Extraordinaires (UK) e degli irresistibili The Red Wagons (ITA). In consolle si sono alternati i djs Voodoo Doll, J“Swing&Jive”C, Lola Terry, The Two Moes, 10 Inch Wonderboy, Razz-Ma-Tazz, Manu Manouche, Ol'Woogies .
Grande la partecipazione anche ai momenti di approfondimento: gli stage pomeridiani di ballo d’epoca (shim sham, lindy hop, French jive, balboa) con insegnanti diversi e campioni internazionali; le proiezioni di film a tema alla Piccola Fenice la domenica sera.

Il “Winter Jamboree”, Festival invernale di musica e cultura dell’America degli anni ’40 e ’50 arrivato alla sua seconda edizione, è ideato dall’associazione “Summer Jamboree” (Angelo Di Liberto, Andrea Celidoni, Alessandro Piccinini) e promosso dal Comune di Senigallia.

Infoline 392.2392838

domenica 4 maggio 2008

Winter Jamboree - le foto della serata del 3 maggio 2008

Sabato 3 maggio 2008: ultimo appuntamento del Winter Jamboree #2 alla Rotonda a Mare di Senigallia con lo scatenato Swing Dance Party, per ballare a ritmo di Swing, Jive, Rockabilly e Rhythm'n'Blues.
Ecco qualche foto della serata; la galleria completa è disponibile... al solito posto!


Canon EOS400D - Sigma 10-20 F4-5.6 EX DC HSM
1/30 - F4.0 - ISO1.600 @ 10 mm.

Canon EOS400D - Sigma 10-20 F4-5.6 EX DC HSM
1/40 - F4.0 - ISO1.600 @ 10 mm.