Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 22 ottobre 2015

Questo blog (non ufficiale!) è dedicato al festival di cultura e musica dell'America degli anni '40 e '50 che si svolge tutti gli anni in agosto a Senigallia - Riviera Adriatica.
Reportages, news, programmi, personaggi, racconti, appuntamenti e pensieri sparsi con un unico comune denominatore:
il (mio) Summer Jamboree!
Google
 

sabato 24 gennaio 2009

il Summer Jamboree su "L'Espresso": le scansioni

Ieri l'annuncio; oggi le scansioni...



Rockabilly in Italy: reportage de L'Espresso sul Summer Jamboree

Si intitola 'Rockabilly in Italy'. Otto pagine di reportage dal Summer Jamboree di Senigallia (Marche - AN) sul nuovo numero dell'Espresso in edicola (n.4 del 29 gennaio 2009). Dopo lo speciale di Magazzini Einstein andato in onda con diverse repliche a dicembre su Rai e RaiSat, anche il noto settimanale italiano di politica cultura e economia dedica un ampio servizio al Festival di musica e cultura dell'America anni '40 e '50 che ogni anno anima il litorale adriatico a ritmo di rock and roll.
Un imperdibile 'rito di metà agosto' raccontato da pagina 74 a pagina 81, firmato da Alberto Dentice e corredato da numerose foto di Giovanni Cocco. Il reportage annuncia anche l'imminente partenza del 'Winter Jamboree' dal 31 gennaio a fine marzo, una stagione invernale ricca di concerti e iniziative prima della baldoria estiva che quest'anno festeggia il decennale.
L'articolo disegna ambiente e motivazioni di un fenomeno culturale diffuso in tutto il mondo, ovvero il sogno dell'America anni Quaranta e Cinquanta, riproposto a Senigallia in quello che è uno dei tre appuntamenti del genere più importanti al mondo. Centinaia di concerti in diversi giorni di 'baldoria', con i musicisti più famosi del rock and roll in attività, alcuni in assoluta esclusiva come Jerry Lee Lewis nel 2007 o gli Stray Cats nell'edizione del 2008. Perché la musica 'è il collante principale che unisce la tribù dei ribelli senza pausa', osserva l'autore dell'articolo che poco dopo puntualizza anche 'ma è l'intero paesaggio sonoro stile American Graffiti a essa collegato che ogni volta si materializza nella cittadina marchigiana come in un film 3D, popolato da cloni piovuti dallo spazio tempo'.
Il Summer Jamboree 'riesce a calamitare in città la grande tribù dei rockabillies sparsi per il mondo. Un'umanità singolare e pittoresca assolutamente intergenerazionale e interclassista'. È 'un luogo della mente dove il tempo sembra essersi fermato per un attimo prima che il rock perdesse la sua innocenza'.
Per il direttore artistico Angelo Di Liberto, il Festival è sì baldoria ma anche importante momento di approfondimento culturale e storico, essendo 'quelli gli anni in cui la mano bianca e quella nera si unirono dando vita al rock and roll e al primo movimento interrazziale nonostante la segregazione in corso'. Il 'Summer Jamboree' è ideato e organizzato dall'associazione Summer Jamboree (diretta da Angelo Di Liberto, Andrea Celidoni, Alessandro Piccinini) e promosso dal Comune di Senigallia con la partecipazione della Provincia di Ancona e il contributo degli sponsor privati (Virgin Radio e Negroni Indipendent Label).

3 commenti:

  1. Grande che hai messo le scansioni!!
    ci sono in una foto!!!ehehe!
    a presto!!!
    Endriu
    ---------
    www.endriu.it

    RispondiElimina
  2. Per me invece caro Libero questo servizio dell'Espresso è molto deludente.
    Tre foto neanche bellissime tranne quella della Rotonda con i due ballerini e le onde del mare e un breve articolo....
    E poi dove sono le foto di Libero Api.....

    RispondiElimina
  3. Si bhe...l'articolo è un pò così così...almeno ne han parlato..

    RispondiElimina