Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 22 ottobre 2015

Questo blog (non ufficiale!) è dedicato al festival di cultura e musica dell'America degli anni '40 e '50 che si svolge tutti gli anni in agosto a Senigallia - Riviera Adriatica.
Reportages, news, programmi, personaggi, racconti, appuntamenti e pensieri sparsi con un unico comune denominatore:
il (mio) Summer Jamboree!
Google
 

lunedì 10 agosto 2009

A Corinaldo la "gita al castello" del Summer Jamboree

Down Home, Nick Curran e i Good Fellas per una serata a base di swing, blues e rockabilly

Fonte: www.summerjamboree.com

Il neo swing e crazy bluesin’ dei Down Home (ES), la versatilità blues, roots e rockabilly di Nick Curran (USA). C’è tutta l’energia della scena jamboree contemporanea nella serata del 17 agosto a Corinaldo, tutta la conoscenza della tradizione e dei classici anni Cinquanta, unita alla passione per il rock and roll, alla capacità di rinnovare il genere con il proprio stile personale, ma soprattutto a un impatto live irresistibile.

La quarta giornata del X “Summer Jamboree”, Festival internazionale di musica e cultura dell’America anni ’40 e ’50 che si svolge a Senigallia dal 14 al 23 agosto, porta tutti in trasferta nel borgo più bello d’Italia e destinazione europea d’eccellenza. Una data speciale per quella che è ormai considerata dal pubblico internazionale del festival “la gita al castello”.

Si rinnova infatti la collaborazione tra Associazione Culturale Summer Jamboree e Comune di Corinaldo coadiuvato per i servizi dall’Associazione Turistica Pro Loco di Corinaldo, grazie alla quale da 3 anni il Festival fa tappa anche nel bellissimo borgo marchigiano. Trasferta ormai attesa dal pubblico internazionale, dà infatti la possibilità di scoprire oltre alla spiaggia di velluto, anche un emblema delle bellezze dell’entroterra italiano.

Così come accade il giorno prima, domenica 16 agosto, per Ostra, altro splendido centro aggiuntosi alla geografia del rock nelle Marche. Un chilometro di mura del Quattrocento perfettamente conservate, torri e bastioni, porte, camminamenti e tanti angoli deliziosi con un panorama a perdita d’occhio verso il mare e la campagna, Corinaldo si trova a pochi chilometri da Senigallia risalendo sulle colline dalla tipica dolce morfologia marchigiana.

Per raggiungerlo come sempre il Summer Jamboree mette a disposizione un bus navetta all’andata dal Foro Annonario di Senigallia e al ritorno per la Rotonda dove si svolge il dopofestival. Per le auto e moto pre ’65, lunedì 17 si sposta a Corinaldo anche il Park d’epoca (dalle 18 alle 01 nella piazza principale).

Il palco nella bella Piazza Il Terreno di Corinaldo si accende alle 21 con il dj set di 10 Inch Wonderboy (anche alle 22.45 e alle 00.30), fino al primo live delle 21.30 con i Down Home (ES) e alle 23.15, il secondo live di Nick Curran (USA), affiancato dai Goodfellas (ITA).
Band spagnola di neo swing, crazy bluesin’, shaky rhythm e groovie boogie, i Down Home nascono nel 2001 a Barcellona e da allora hanno suonato in festival e rassegne europee in Spagna, Portogallo, Italia, Francia, Germania, Austria, Serbia. Questa del 17 agosto per il “Summer Jamboree” è la loro unica data italiana e c’è già chi la definisce imperdibile, perché questa band live è fenomenale e tiene un ritmo incandescente. Sul palco ci sono Chino alla chitarra slide e voce, Duska Miscevic al sax alto, Pol Prats al sax tenore, Ivan Kovacevic al contrabbasso e Marti Elias alla batteria.

Nel 2006 esce il loro primo lavoro discografico "Running out of time" con 11 tracce di cui 10 originali, edito dalla Toro Records prima e da Formula Free l’anno seguente, con oltre 2000 copie vendute per lo più durante i concerti. Tra i loro progetti c’è anche “Down Home Orkestra”, una big band di 16 musicisti che suona i loro pezzi migliori arrangiati dal contrabbassista Kovacevic. Personalissimo il loro modo di mettere insieme voce, chitarra slide, due sax, il contrabbasso e la batteria, proponendo un repertorio originale ispirato allo swing e al blues anni Cinquanta, con quel pizzico di suono contemporaneo che per molti fan ha rinnovato il genere.

Cantante e chitarrista di Portland, particolarmente apprezzato anche dalle donne, Nick Curran è un musicista in ascesa che sta mostrando la sua versatilità e la sua bravura indistintamente dal rockabilly, al R&B, al blues. Unica data europea in questa estate 2009, a Corinaldo Nick Curran suonerà con i Goodfellas in sessione di R&B. Un altro momento live da non mancare in questo X edizione del “Summer Jamboree”. Definito la sintesi di Little Richard e T-Bone Walker nel XXI secolo, Curran sta attirando l’attenzione europea dopo aver ampiamente convinto il pubblico e la critica di casa, negli States. Riviste inglesi specializzate come Blues & Rhythm o anche Mojo, di riferimento internazionale, hanno entusiasticamente invitato gli organizzatori dei festival europei ad assicurarsi Curran in cartellone dal vivo: "Festival organizers, get this band over here!".

E il “Summer Jamboree” lo ha fatto, affiancandolo in esclusiva ai “bravi ragazzi” o anche gli indiscussi boss dello swing italiano, i travolgenti Goodfellas. Altrettanto abili e versatili, la loro musica impazza da anni su palchi live internazionali, in trasmissioni televisive, in show teatrali e colonne sonore, hanno una tecnica solidissima e una capacità di fare baldoria musicale senza pari, che il pubblico del Summer Jamboree conosce bene e apprezza da anni.
Nel 2007 hanno anche firmato la sigla del Festival: “Il treno del rock”. Un incontro imperdibile quello live tra loro e Nick Curran, che si è guadagnato la copertina di diverse riviste in Germania e ha vinto un Trophees France Award come “Best New International Blues Artist”.

Curran padroneggia senza problemi la musica delle origini e il linguaggio del blues, riuscendo a rinnovare un genere pur nel rispetto della tradizione. Suona i classici del R&B e jump blues tra la fine degli anni ’40 e i primi ‘50, ma propone anche materiale originale, usando strumentazione vintage. Ha iniziato a suonare con il padre a 15 anni, nella blues band Mike Curran and the Tremors, dopo aver imparato gli assoli di chitarra nei dischi dei Fabulous Thunderbirds e Duke Robillard. A 18, suona in una band rockabilly di Portoland e conosce la leggenda rockabilly Ronnie Dawson che lo invita a unirsi alla sua band per un tour nazionale. Finita quell’esperienza viene chiamato immediatamente dalla regina del rockabilly, la texana Kim Lenz (anche lei in cartellone per il X Summer Jamboree e attesa il 20 agosto al Foro Annonario di Senigallia), che alla fine del tour gli chiede di trasferirsi dal New England a Dallas per entrare ufficialmente nella sua backup band, the Jaguars.

È a Dallas che viene a contatto con il blues e con la roots music, appassionandosi tanto da incidere il suo primo apprezzato album, Fixin’ Your Head, per l’etichetta Texas Jamboree nel 1999. L’anno seguente forma la sua band The Nitelifes e inizia a promuovere il disco. Il secondo album sempre per la Texas Jamboree è del 2001 e si intitola Nitelife Boogie, lavoro “musicalmente senza compromessi” che secondo la critica di “Living Blues”, lascia indietro parecchi colleghi di modern blues. Da lì, Curran si trasferisce a Austin per continuare a crescere a contatto con interessanti musicisti blues e lì viene notato e promosso da Jimmie Vaughan. L’album “Doctor Velvet”, debutto nazionale per la Blind Pig Records che gli è valso il W.C. Handy Award 2004, vede la partecipazione di Vaughan a un paio di tracce.

Il programma della serata corinaldese, Piazza Il Terreno:
18.00 - 01.00 Park Auto USA e Moto pre ‘65
21.00 - 21.30 DJ 10 Inch Wonderboy
21.30 - 22.45 DOWN HOME ES
22.45 - 23.15 DJ 10 Inch Wonderboy
23.15 - 00.30 NICK CURRAN USA
00.30 - 01.00 DJ 10 Inch Wonderboy
Bus service: Foro > Corinaldo Corinaldo> Rotonda
In caso di cattivo tempo i concerti si terranno al Mamamia

Nessun commento:

Posta un commento