Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 22 ottobre 2015

Questo blog (non ufficiale!) è dedicato al festival di cultura e musica dell'America degli anni '40 e '50 che si svolge tutti gli anni in agosto a Senigallia - Riviera Adriatica.
Reportages, news, programmi, personaggi, racconti, appuntamenti e pensieri sparsi con un unico comune denominatore:
il (mio) Summer Jamboree!
Google
 

mercoledì 29 settembre 2010

il Summer Jamboree #11 su Freeway Bike

Ragazzi, correte in edicola!!

E' appena uscito il numero di ottobre 2010 del magazine Freeway Bike (bopper, chopper, personaggi, cultura custom ed eventi), all'interno del quale ci sono ben sei pagine di reportage dedicate al Summer Jamboree #11.

Il testo è a cura di Emilio Cattolico, mentre le foto sono di Libero Api, il sottoscritto.
Un reportage decisamente imperdibile!! ;-)

Ecco alcune scansioni...




venerdì 24 settembre 2010

E' on-line il mio reportage completo sul Summer Jamboree #11 2010

‎Diamo qualche numero:

- 9 gli intensissimi giorni (e notti) della "Hottest Rockin' Holiday on Earth";
- 4.758 gli scatti effettuati in totale (e quest'anno sono stato molto parsimonioso...);
- 2.301 le foto on-line sulle gallerie dedicate;
- 38 i post di reportage e aggiornamenti continui e dettagliati sul blog;
- 19 le gallerie e numerosissimi gli aggiornamenti sul mio profilo su FaceBook;
- un mese e mezzo il tempo impiegato per pubblicare il reportage completo del Summer Jamboree 2010!!

E' finalmente tutto on-line; ed ora, se c'è qualcuno tra i lettori che volesse condividere un racconto della propria esperienza al SJ#11, non si faccia scrupoli e mi scriva, sarò ben lieto di pubblicarlo su queste pagine! :-)

(foto © Sauro Sorana)

giovedì 23 settembre 2010

SJ#11| Day 09 - mix

Domenica 8 agosto 2010
Qualche scatto al Mascalzone, al Foro Annonario e alla Rotonda a Mare...


Canon EOS 50D - Canon EF50 F1.8 II
1/1.250 - F2.8 - ISO100 @ 50 mm.

Canon EOS 50D - Canon EF50 F1.8 II
1/200 - F1.8 - ISO800 @ 50 mm.











SJ#11| Day 09 - Mike Sanchez (UK) & Good Fellas (ITA)

Mike Sanchez (Uk) & GOOD FELLAS (ITA)
Foro Annonario - domenica 8 agosto 2010

L'anteprima e il video sono qua.


Canon EOS 50D - Sigma 70-200 F2.8 APO EX DC HSM
1/1.000 - F2.8 - ISO800 @ 175 mm.

Canon EOS 50D - Sigma 70-200 F2.8 APO EX DC HSM
1/800 - F2.8 - ISO800 @ 126 mm.















Corsi di ballo del Jamboree: serata di presentazione gratuita il 1° ottobre 2010

Jive, Lindy Hop, Boogie Woogie, Balboa, Tap Dance: il 1 ottobre 2010 la presentazione al Centro Sociale Saline

Jive, Lindy hop, Boogie Woogie, Balboa, Tap Dance. Cinque specialità da imparare per affrontare il lungo inverno e la primavera Jamboree, preludio della ormai mitica baldoria estiva del Festival Internazionale di Musica e Cultura dell’America anni 40 e 50 arrivato alla XII edizione. Venerdì 1 ottobre 2010, riprendono i corsi di ballo del “Summer Jamboree” a Senigallia, condotti da docente professionisti e campioni internazionali di specialità: Enrico Conti, Francesca Baldini, Diana Romano, Marco Ginevri.

La serata di presentazione (gratuita) si svolgerà venerdì 1 ottobre negli spazi del Centro Sociale “Le Saline” alle 21. Le lezioni, intese per principianti e per avanzati, aperte a tutti di tutte le età, avranno inizio nella settimana successiva e proseguiranno fino a maggio.
Il corso introdurrà a cinque specialità di danza rock and roll anni Quaranta e Cinquanta: Jive, Lindy hop, Boogie Woogie, Balboa, Tap Dance.

Quando si parla di Jive si fa riferimento a uno stile di danza in 4/4 che nasce intorno ai primi anni del 1940 nella comunità afroamericana. Si tratta di una vivace variazione del Jitterbug, una forma di danza Swing.
Precedente è il Lindy hop che nasce tra il 1920 e il 1930 nella vitale New York della nera Harlem. In quell’epoca di musica swing, il Lindy Hop fu un vero e proprio fenomeno di massa, richiamando nelle piste da ballo centinaia di ballerini bianchi e neri insieme, senza discriminazioni, per ascoltare le Big Band, le grandi orchestre e ballare. Negli anni successivi, il Lindy Hop rimase un esempio di integrazione culturale e insieme allo swing fu il primo fenomeno sociale trasversale nella storia degli Stati Uniti. È strutturato in 8 tempi e si balla prevalentemente in coppia, anche se esistono routine che prevedo passi in solo (solo steps).
Profondamente legato al contesto jazz e agli anni Venti è il Boogie Woogie che fa parte di quella cerchia di balli non strutturati, spontanei, derivati dalla mescolanza di più stili Charleston, Lindy Hop, Big Apple, Black Bottom e Swing, con profonde origini nelle radici storiche nella cultura afroamericana. È sicuramente il frutto di un lavoro collegiale a distanza. Molti musicisti hanno contribuito a caratterizzarlo, in diversi luoghi, in diversi tempi. Tutti in particolare legati al pianoforte.
Balboa è invece sia una forma di danza, sia il termine con cui oggi comunemente si indicano le danze che vengono dal sud della California diffuse tra il 1920 e 1930. Originariamente il Balboa era una forma di danza swing già nel 1915, che acquistò poi sempre maggior popolarità tra il 1930 e il 1940. Si balla in coppia, principalmente abbracciati e con i due corpi molto vicini e in connessione. L’arte del Balboa consiste nella sottile comunicazione tra i due partner attraverso continui e impercettibili cambi di peso durante la danza. Si balla in diversi tempi.
La Tap dance infine è un genere di danza che "scivola" nello strumento musicale a percussione e che di fatto in Italia è conosciuto come tip-tap. Il suo scopo principale è di "suonare" una linea ritmica, ’a cappella’ o integrata in una linea melodica.

Per info e contatti: 366.3932136 o ballo@summerjamboree.com