Comunicazione di servizio: il blog non è più attivo e aggiornato dal 22 ottobre 2015

Questo blog (non ufficiale!) è dedicato al festival di cultura e musica dell'America degli anni '40 e '50 che si svolge tutti gli anni in agosto a Senigallia - Riviera Adriatica.
Reportages, news, programmi, personaggi, racconti, appuntamenti e pensieri sparsi con un unico comune denominatore:
il (mio) Summer Jamboree!
Google
 

giovedì 18 luglio 2013

Tris di jingle per il "Summer Jamboree" 2013

Mancano poche settimane all'inizio del “Summer Jamboree” 2013, che si svolgerà a Senigallia (Marche – AN) dal 3 all'11 agosto con un anticipo swing la notte del 2.
Per entrare nell'atmosfera della baldoria e preparare l'adrenalina, è online la sigla di questa nuova edizione del Festival internazionale di musica e cultura dell'America anni '40 e '50. 
O meglio sono online! Quest'anno infatti, i jingle sono addirittura tre. 
Nel juke box sul sito web del festival (summerjamboree.com) è possibile ascoltare “I like Summer Jamboree”, firmata da Tommy & The Ol'Boogies; “I ragazzi fifties” dei Marilù e “Non ci credi?” dei P-51 Airplanes feat. Lola. 

Ogni anno, la direzione artistica affida il jingle del festival a una band, ma più spesso sono proprio gli artisti a proporsi e a scrivere canzoni ad hoc per il mitico raduno di appassionati di rock and roll, in arrivo da tutto il mondo. Un appuntamento che si rinnova con sempre maggior entusiasmo dal 2000. 
L'anno scorso, la sigla scelta è stata un brano inedito scritto appositamente da Si Cranstoun, talento britannico che ha infiammato il pubblico del 2012, richiestissimo in tutti i locali europei e oltre. Quest'anno si sono proposti gli Ol’Boogies, i Marilù e i P-51 Airplanes.

Formazione storica e con lunga esperienza, gli Ol'Boogies autori della frizzante “I like Summer Jamboree”, Tommaso Dilevrano, Stefano Dolce e Marcello Cristalli, iniziano la loro carriera musicale negli anni Ottanta. Dopo una parentesi, i tre appassionati di rockabilly, hanno ripreso in mano gli strumenti e si sono rimessi a suonare sui palchi italiani, dopo aver vinto anche diversi concorsi, tra cui il Web Star on Tour. Propongono un repertorio rockabilly, R&B, gospel e country e li si potrà ascoltare dal vivo anche durante il festival.
Fanno infatti parte del nutrito parterre di artisti nazionali e internazionali pronti a dar vita alla XIV edizione della “hottest rockin' holiday on earth” così come i Marilù.
La swingante canzone dei Marilù, “I ragazzi fifties” (800A records), è nata di getto, in sala prove durante la lavorazione al nuovo album che uscirà a ottobre per la Muddy Waters Musica. Il trio di Andrea Amico (contrabbasso e cori), Marco Gioè (chitarra e voce) e Giuseppe Marino (batteria e cori) si incontra tra il twist e il doo-wop, tra rhytm' n' blues e una spruzzata di surf, in quel rock and roll che abbandona i passi del blues e si lascia dominare dagli elementi tipici del primo country: “Oldies but still goldies” reinterpretati e rivisti.
Hanno omaggiato il Summer Jamboree con una canzone anche i P51 Airplanes ovvero Jim Singer (voce e chitarra), Max Vidali (piano e voce), Leo Artusi (contrabbasso), Steven Gennari (batteria e percussioni). Il pezzo si intitola “Non ci credi?” ed è interpretato dalla voce della esuberante versatile e carismatica Lola Terry, che ne è anche l'autrice. La loro musica si ispira definitivamente al repertorio degli anni Cinquanta del rock and roll, guardando ad artisti come Eddie Cochran, Buddy Holly, Bill Haley, Ray Charles, Chuck Berry, Paul Anka e naturalmente Elvis. Il loro primo cd si intitola “Take Off” e raccoglie alcuni dei più bei brani rock dei mitici Fifties, reinterpretati fedelmente.

Nessun commento:

Posta un commento